CONTINUOUS DELIVERY

Quali emozioni scatena in te la parola “release”? Sentimenti vicini al terrore e alla rabbia o un appagante senso di soddisfazione? Quale immaginario ti figuri? Persone che corrono per la stanza come se avessero i capelli in fiamme o colleghi che aspettano il venerdì per uscire a bere l’aperitivo assieme?

Tra i primi e i secondi, c’è una sola, ma fondamentale differenza: la Continuous Delivery.

Continuous Delivery (CD)

Continuous Delivery è il temine inglese per indicare la capacità di implementare cambiamenti (funzionalità, configurazioni, correzione di bug), in modo veloce e sicuro.

La Continuous Delivery è sorella della Continuous Integration, e distribuisce le modifiche del codice all’ambiente di testing e/o di produzione, dopo la fase di creazione di build. Consente agli sviluppatori di automatizzare il testing (oltre gli unit test), in modo da verificare l’applicazione degli aggiornamenti su vari livelli, prima di renderli disponibili ai clienti. Queste prove includono per esempio test dell’interfaccia, test di caricamento, test di integrazione e test di affidabilità delle API.

La differenza principale tra Continuous Delivery e Continuous Integration è la presenza di un processo di approvazione manuale per l’aggiornamento della produzione.

 Con la Continuous Delivery la produzione avviene automaticamente, senza un’approvazione esplicita.

Le caratteristiche di chi ha una pipeline CD:

  • È (responsabilmente) veloce
    Il processo di rilascio del software automatizzato consente di rispondere velocemente ai cambiamenti di mercato, ottenendo un vantaggio competitivo.
    La velocità da sola, non è garanzia di successo. Senza la qualità, essere veloci è inutile. Non c’è valore nel mettere in produzione un codice scadente, ma in fretta.
    Veloce sì, ma responsabilmente.
  • È (probabilmente) di buon umore
    Migliore produttività degli sviluppatori liberandoli dalle attività manuali e incoraggiando le pratiche che riducono il numero di errori e bug nel software rilasciato ai clienti.
    Liberi da attività ripetitive e noiose, i team sono più felici.
  • Individua e risolve i bug con prontezza
    La CD permette di rilevare e risolvere i bug prima che si trasformino in problemi gravi, grazie a testing più completi e più frequenti. La Continuous Delivery consente di eseguire sul codice il genere di test che, senza un’automatizzazione completa, non sarebbe stato possibile effettuare (o ci sarebbe voluto veramente tanto, taaaanto tempo).

Non restare a pensare troppo a lungo se la CD fa al caso tuo, i tuoi concorrenti potrebbero arrivarci per primi. Sarebbe un peccato scoprire di aver perso il treno.

Vuoi maggiori informazioni sul DevOps, la Continuous Delivery e come possono aiutarti?

RICHIEDI INFORMAZIONI