DOCKER

“Da me funziona” cit. uno sviluppatore che non usa Docker

L’approccio di sviluppo a microservizi permette di suddividere un’applicazione in componenti modulari e indipendenti, per preservare le funzionalità della app, nel caso un pezzo si blocchi.

Docker è uno strumento per pacchettizzare un’applicazione e le sue dipendenze in un container virtuale che può essere eseguito da un ambiente a un altro.

I vantaggi di Docker:

  • Smettere di dire “da me funzionava”.
    Il container è isolato dall’ambiente in cui gira e ha in sé tutto quello che gli serve per essere eseguito. Infatti, un container è un pacchetto software leggero ed eseguibile, che include tutto il necessario per eseguire un’applicazione: codice, runtime, strumenti di sistema, librerie di sistema e impostazioni.
  • Leggerezza in termini di risorse usate. Non è necessario potenziare l’infrastruttura per farli funzionari.
  • Ogni container è isolato. Docker offre il più alto livello di sicurezza disponibile, quindi ciò che accade in un container resta confinato al suo interno.
  • Ogni container può essere replicato e distribuito per permettere a più sviluppatori di lavorare in locale senza compromettere il funzionamento generale.

Per far interagire tra loro più container Docker, spesso si utilizzano dei software di orchestrazione, come per esempio Kubernetes.

Vuoi scoprire come utilizzare Docker per lavorare meglio ogni giorno?
Fai il nostro test!

VAI AL TEST